Archivio | giugno, 2011

Porcellana

27 Giu

Sopra nuvole di porcellana grigia,
Che minacciano acqua tra le strade di Barcellona.
Vedo le migliori intenzioni naufragare.
Ci sono tanti problemi per ogni soluzione.
E l’asfalto bagnato delle piccole strade intorno alla stazione e’ solo asfalto bagnato.
Ci sono pozzanghere che aspettano piedi,
Ci sono anime che aspettano anime.
Tutto e’ il contrario di tutto, quando un pensiero
Da solo
Fa piu’ rumore di un tuono.
Da solo,
Sotto le nubi di porcellana,
Batto strade bagnate senza fretta di tornare.
Lascio morire pensieri e ascolto la bellezza
Della pioggia da solo

Annunci

Sono giada

5 Giu

Sono contento,
come una domenica pomeriggio di maggio.
Sono calmo,
come questo ruscello d’acqua e foglie.
Sono infinito,
come il cielo sopra le nostre teste.
Parlo tutte le lingue di questa terra,
eppure l’unica lingua in cui so sognare e’ questa, fatta di cielo e terra, acqua e vento.
E, in lontananza, il rumore di un aereo che decolla.
Vorrei essere un treno,
Perche’ nel loro correre diritti,
C’e’ tutta la felicita’ di sapere il proprio destino.
Vorrei essere la punteggiatura disordinata
Di una lettera d’amore.
Sono il lento ritmo di un ballo,
Con le mani che si inseguono,
Sperando che maggio non finisca mai.
Sono la bicicletta che e’ pronta a correre ovunque,
Perche’ sa di poter condivider lo sforzo del viaggio.
Sono tutto l’amore che c’e’ in citta’.
Oggi che sono contento.