Archivio | novembre, 2013

E

27 Nov

E ho il cuore che sanguina, 

quasi un anno dopo,

ancora. 

E ho la fame dei disperati, 

la sete dei ribelli,

la coscienza degli emarginati. 

E non ho ancora risolto, 

quel piccolo problema,

ostinata incoscienza, 

di voler sempre correre. 

E non ho paura di niente, 

perchè ho già visto tutto, 

con questi occhi che corrono 

tra le pagine, 

in mezzo alle righe, 

per cercare un segno di vita. 

E non ho niente da perdere,

perchè tutti i giorni perdo tutto,

questo mi fa stare bene. 

E ho il coraggio di chi ha avuto paura, 

la forza di chi ha sentito la sua debolezza, 

l’incoscienza di chi ha saputo capire, 

l’irriverenza di chi ha ottenuto rispetto. 

E mi trovo a camminare per strade che nessuno vorrebbe battere.

E mi trovo di notte, respirando in un letto non mio, 

a cercare disperatamente di dormire. 

E mi sento addosso tutti, tutti, gli anni che ho perso, 

cercando di capire,

quando bastava semplicemente cambiare. 

E non ricordo nulla, non dimentico nulla, 

aspetto impaziente. 

E scivolo attraverso giornate e lacrime, 

corro dentro a notti insonni e lunghe, 

resto fermo davanti a tutta questa vita.

E, sono ancora convinto.

E sono ancora certo. 

E vivo per questo.

Per un solo cambiamento. 

E solo per questo. 

Annunci

Racconto in mi minore

11 Nov

Racconto di me,
parlando a me stesso,
guardando attraverso un bicchiere di vino,
seduto in un brutto bar di un brutto quartiere.
Racconto di me,
mi ascolto da solo,
qualche volta fa bene starsi a sentire.
Mi viene in mente di lei,
di quando ci siamo rubati una notte,
che sembravamo soli,
che ci sfioravamo i profumi,
che ci scambiavamo le vite,
che ci regalavamo un’illusione.
La più antica del mondo,
la confusione tra carne e amore,
faceva anche il solletico,
sentire la fame nelle sue mani.
Racconto di me,
perchè è quello che nessuno riesce a fare,
davanti a un silenzio,
rotto dal vino.
Ho scritto di me,
parlando di loro,
ho mentito per avere amore,
ho odiato chi mi mentiva per amore.

Racconto di me.
A me.